euro

C’è chi dice no, c’è chi dice no/ io non ci credo…

7 luglio 2015 / di / 0 Commenti

  …eppure è così ! Sulle note della famosa canzone fu così che la Grecia strinse l’occhio al buon Vasco inconsapevole che più di vent’anni dopo avrebbe ispirato tanta veemenza nei confronti del diktat Eurocratico. Provocazione o men che sia, il risultato parla chiaro: all’indomani del referendum Greco il 61% ha detto NO all’€, da non credere o forse sarebbe meglio di si ! E mo’?…Moplen, diceva il buon Gino Bramieri in un noto spot pubblicitario dell’epoca, altro deja vu?! Così pare, in fondo la Storia è piena di corsi e ricorsi, come anche l’economia, è una ruota…che a volte si può forare a causa di un chiodo e quel chiodo potrebbe essere proprio lei, la Grecia ! Chissà, qualcosa accadrà o forse è già accaduta e non ce ne stiamo rendendo totalmente conto, così come siamo assorbiti dal nostro presente; nel frattempo sul suo blog il fascinoso Varoufakis ha annunciato le sue dimissioni da Ministro delle Finanze ” Voglio aiutare Tsipras nelle trattative“, avrebbe dichiarato – e qualcuno ironizzza ” Perché fino ad ora cosa avrebbe fatto il centauro?” E si perché il “buon” Varoufakis almeno nei nostri notiziari appare sempre in sella alla sua moto mentre indossa rigorosamente il casco, proprio come un centauro…del resto siamo in […]

Leggi tutto
NAVE CHE AFFONDA

Il canto di speranza è diventato un “pianto”,siamo tutti sulla nave che affonda

27 giugno 2015 / di / 0 Commenti

   L’ IDEEA DI UN REFERENDUM IN GRECIA FA INFURIARE LA TROIKA: E, NOI IN MALAFEDE , STIAMO A GUARDARE  Nelle acque ferme nasce la malaria, in Maremma è un detto che serve per disprezzare chi non fa, chi non reagisce. Oggi in Italia, improbabili politici in acque ferme, sputano ormai sentenze di ogni tipo. Intanto i greci se la vedono da soli e – unici finora – tentano di mettere in riga EUROGROUP. Cederanno su qualcosa? Per forza. Se non li lasceremo completamente soli, com’è accaduto finora, potrebbero anche riuscire a non fare passi indietro sui principi. Concederanno gli spiccioli, si accorderanno su aspetti marginali, e quando tutto sembrerà chiuso restituiranno la parola alla gente per un referendum. Se andrà bene, metteranno sul tavolo della trattativa i milioni di no agli strozzini travestiti da politici. Non so se stanno trattando anche con la Russia e non riesco a immaginare cosa ne verrà fuori, ma credo che sia ragionevole e fondata l’idea che più gente sosterrà nelle piazze la loro battaglia, più forza e coraggio troveranno per resistere e portare a casa risultati. Intanto è corsa a svuotare i bancomat, vivranno peggio di adesso? E, noi italiani?Meglio sarebbe dire l’ […]

Leggi tutto
euro-o-non-euro-sommella

18-12-14 a Roma: “Euro o non Euro, è questo il problema?”

18 dicembre 2014 / di / 0 Commenti

Giovedì 18 Dicembre, alle ore 18,30, al Circolo Canottieri Aniene (Lungotevere dell’Acqua Acetosa, 119 – Roma) si terrà il dibattito dal titolo “Euro o non Euro, è questo il problema?”. Discutono: Renato BRUNETTA Stefano FASSINA Nicola ROSSI Roberto SOMMELLA Irene TINAGLI Interviene Giovanni MALAGO’ Modera Myrta MERLINO In occasione dell’incontro sarà presentato anche il libro “L’Euro è di tutti” scritto da Roberto SOMMELLA ed edito dalla Fioriti Editore.

Leggi tutto
libro edito Fioriti

L’euro è di tutti ma non lo sappiamo

15 settembre 2014 / di / 0 Commenti

Nel suo libro “L’euro è di tutti”, edito da Fioriti e con la prefazione del Premier Renzi, Roberto Sommella ne spiega le ragioni «L’euro è stato creato poiché la moneta unica offre molti vantaggi e benefici rispetto alla situazione precedente, che vedeva ogni Stato membro dotato di una propria valuta… Oggi circa 333 milioni di cittadini europei lo usano quale moneta e ne godono i benefici…» Così la Commissione Affari economici e finanziari dell’Unione Europea motivava l’entrata in vigore dell’euro come moneta unica, ed è in parte ciò che pensava e auspicava, nel 2002, ogni cittadino italiano. Un inizio positivo per giungere, ad oggi, ad una situazione di totale sfiducia al punto estremo da proporre un ritorno alla lira e l’uscita dall’UE. Quale sia il vero problema e come superarlo è ciò che ha cercato di individuare Roberto Sommella nel suo saggio “L’euro è di tutti”, edito Fioriti e con la prefazione del Premier Renzi.

Leggi tutto
euro

L’ €uro Franco-Tedesco

19 maggio 2014 / di / 0 Commenti

COMUNICATO STAMPA del 19/05/2014 : “L’Italia facile preda dell’Euro franco-tedesco” È ormai chiaro a tutti che l’Euro ha fallito sia come moneta che come sistema d’integrazione tra i popoli. L’Euro doveva essere il traghetto verso una vita migliore, un benessere sociale ed economico che avrebbe dato ai cittadini del continente prosperità ed una straordinaria forza rappresentativa sui tavoli internazionali. Ma così non è stato. L’Euro è diventato invece il simbolo della crisi economica legato ad interessi di ‘quartiere’, una moneta criminale (nel senso che è stato il mezzo con cui pochi si sono arricchito e molti si sono impoveriti) in mano alle banche private (basta vedere chi sono i proprietari della Banca Centrale Europea). Dall’introduzione della moneta unica l’Italia non ha fatto altro che perdere di competitività sui mercati internazionali.

Leggi tutto
Alain de Benoist

20-5-20141 a Roma: presentazione del libro di A. De Benoist

16 aprile 2014 / di / 0 Commenti

Martedì 20 maggio, alle ore 19.30, presso L’Universale (via F.Caracciolo 12) ci sarà la presentazione del libro di ALAIN De BENOIST  ”LA FINE DELLA SOVRANITA’ -  come la dittatura del denaro toglie potere ai popoli” (ARIANNA EDITRICE).  Su tale argomento  è stato già pubblicato un articolo dello stesso autore, nella sezione “Politica ed Economia”. Ne discuteranno: MARIO  BORGHEZIO - Deputato europeo ENZO CIPRIANO - Editore UGO GAUDENZI - Direttore di Rinascita quotidiano Info 339.4987052 locandina La fine della sovranità  

Leggi tutto
adb

“La sovranità scippata”

13 aprile 2014 / di / 0 Commenti

“La sovranità scippata ai Paesi dell’Europa”  - Intervista ad Alain de Benoist *   a cura di IANNONE, ripresa da “IL GIORNALE” di Venerdì 11 Aprile, a seguito del suo ultimo libro pubblicato con ARIANNA Editrice   Fino a qualche tempo fa, Lei diceva che eravamo sull’orlo del baratro. Adesso, è convinto che la fine del mondo ci sia già stata. – «Non la fine del mondo, bensì la fine di un mondo. Siamo usciti dal mondo moderno, dove i riferimenti erano stabili e la forma politica dominante era lo Stato-nazione, e siamo entrati in un mondo postmoderno, dove la visone di lungo termine è ovunque sostituita dall’effimero. È un mondo liquido, deterritorializzato, dominato dalle nozioni “marittime” di flussi e di reti».

Leggi tutto

23-4-2014 Roma: Euro e poteri finanziari al centro dell’incontro AEREC

30 marzo 2014 / di / 0 Commenti

Nuovo appuntamento con l’Accademia Europea per le Relazioni Economiche e Culturali (AERC) che per il consueto incontro del mese, in programma a Roma per mercoledì 23 aprile 2014 ed ospitato presso il “Centro Congressi Frentani”, ha organizzato in collaborazione con l’Associazione rotariana il Cenacolo dei Viaggiatori, una serata dedicata al diritto bancario e al ruolo sempre più predominante degli Istituti di credito e dei poteri finanziari, in un periodo di profonda crisi istituzionale, politica ed economica. Anticipato da un cocktail di benvenuto (ore 19.00), i lavori partiranno alle 19.30 con la conferenza “Euro sì, ma con sovranità monetaria e reddito di cittadinanza” tenuta dall’ Accademico e Consigliere Diplomatico prof. Francesco Petrino, Docente di Diritto Bancario e Sovranità monetaria e Presidente dello SNARP.

Leggi tutto



Continuando a navigare, acconsenti all'utilizzo dei Cookies. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close