Bunker Torlonia

Roma, Villa Torlonia riaprono il bunker e i rifugi antiaerei

di , 7 luglio 2018

 IL BUNKER del DUCE  

Dopo i lavori di recupero e messa in sicurezza, spazio alla creatività e alla ricostruzione storica, con percorsi didattici, appuntamenti teatrali e simulazioni di attacchi aerei.

ROMA- Tornano fruibili al pubblico i rifugi antiaerei e il bunker di Mussolini. Terminati i lavori effettuati dall’Associazione Roma Sotterranea, che si era aggiudicata il bando pubblico indetto ad Agosto 2017.

Per i rifugi di Villa Ada – Savoia e di Villa Torlonia è stata firmata con la Sovrintendenza Capitolina la convenzione per la gestione congiunta nel prossimo triennio. Un intervento mirato relativo i 2 rifugi antiaerei allestiti con alcuni reperti dell’epoca, mentre nel bunker è un allestimento per simulare un bombardamento aereo. Tre sale sono state allestite privilegiando le immagini con riproduzioni di documenti originali di: giornali, manifesti di propaganda, volantini, etc.

Sarà possibile assistere al filmato realizzato dal famoso documentarista storico Fabio Toncelli, che ripercorre il piano, mai realizzato, della Royal Air Force, di eliminare Mussolini, bombardando contemporaneamente Villa Torlonia e Palazzo Venezia.

Diverse iniziative di carattere culturale e spettacolare saranno proposti in collaborazione con altre Associazioni all’interno del bunker con proposte teatrali e di tipo didattico per rievocare gli eventi storici.

Modalità di visita al bunker sul sito 

www.bunkertorlonia.it

Tra il 1940 e il 1943 vennero realizzate tre grandi rifugi per garantire riparo alla famiglia Mussolini in caso di attacco aereo: due rifugi antiaerei e un bunker.


Info sull'Autore