grand-palais-may-5th-2018-behind-the-scenes-at-chanel-pictures-by-anne-combaz-1-ld-1526316734

Laurearsi in Chanel

di , 15 maggio 2018

Cosa succede quando Chanel collabora con le più prestigiose scuole di moda?

Due giorni dopo il maxi evento, il cinque maggio Chanel ha aperto le porte a uno degli show più importanti della sua storia: la Cruise Collection 2018/2019 interamente ambientata nella riproduzione di una nave da crociera, La Pausa. Ma non è stato solo uno degli eventi vip only per la maison: perché il 5 maggio 2018 il lungo progetto di educazione alla moda della maison di Coco Chanel si è concretizzato con la giornata dello studente, ciliegina sulla torta del percorso di scuola della moda lanciato da Chanel nel 2015. Una vera masterclass per 500 studenti di moda condotta da Bruno Pavlovsky, president of fashion di Chanel e dalla giornalista di moda Elisabeth Quin e ambientata in quel Grand Palais da record.

Studiare moda chez Chanel: un progetto ambizioso, necessario. Chanel collabora con l’IFM, l’istituto francese della moda, per contribuire a rafforzare la città di Parigi come capitale della moda, per attirare e formare nuovi talenti; in parallelo, dal 2015, la maison è coinvolta con la ESSEC Business School per creare una cattedra dedicata alla preparazione di manager e imprenditori del futuro prossimo. Insomma, la bellezza di preparare la nuova classe gestionale e creativa della couture di domani. Ma non solo. Per ogni tipologia di settore Chanel ha individuato le migliori scuole nelle quali applicare il proprio metodo. Nell’École de la Chambre Syndicale de la Couture Parisienne, per esempio, la scelta ricade sulla formazione per la couture, nella Fabrique, École des métiers de la mode et de la décoration invece forma addetti al visual merchandising, via via ad arrivare a insegnamenti sempre più dettagliati, come il ricamo, il piumaggio e la produzione di cappelli (mon dieu che meraviglia!) e quindi nel Lycée Octave Feuillet, il Lycée de la Source, l’Académie Internationale de Coupe de Paris (AICP) e l’Ecole Duperré.

Ma non solo Francia e non solo pratica tecnica: nel 2017 Chanel decide di investire anche fuori dai confini e sceglie il Saint Martin di Londra per formare i migliori visual della terra d’Albione, mentre è notizia recente il sodalizio stretto con la scuola di ingegneria ITECH: ha infatti partecipato a un progetto integrato in una doppia laurea, che ha come scopo quello di formare studenti multidisciplinari e a concentrarsi sull’innovazione. Beh, che dire, le nuove lauree firmate Chanel non aspettano che i migliori allievi sul mercato.

articolo di Cristiana Favellino Santella via marieclaire.com

Info sull'Autore