UpkPfA5XLjgiX7GahBnHL9wdnq0AB7qBiJC8Lxkt46U=--

Il Suicidio dello Stato

di , 26 giugno 2014

ASSENZA dello STATO e “SUICIDIO” della FAMIGLIA  _____________di Giuliano MARCHETTI

A me sono sembrate forse eccessive tutte le critiche esternate (e “punizioni” erogate) dal Ministro degli Interni Angelino Alfano, approvate a ruota sia dal Premier Matteo Renzi, sia dai tanti altri componenti del coro, media compresi, per condannare – senza se e senza ma - le dichiarazioni di Antonio Reppucci – Prefetto di Perugia, durante una trasmissione televisiva locale. Le iperboliche e pesanti affermazioni prefettizie, anche un po’ sgangherate nella forma dialettale napoletana, a mio avviso esprimevano anche una giusta critica per una certa consuetudinaria tolleranza delle famiglie verso determinati comportamenti dei propri rampolli, erroneamente considerati solo peccatucci veniali.

Se è vero che una madre non dovrebbe considerarsi “una fallita”, né tanto mento dovrebbe suicidarsi, constatando di non essere riuscita ad educare debitamente i propri figli, è pur vero che poi si è costretti ad apprendere, tramite i media, l’avvenuto assassinio di un padre o di una madre da parte di un figlio, succube della droga ed in un raptus di astinenza. Né sono da sottovalutare altri abominevoli delitti compiuti da figli verso i genitori, per una assurda volontà di “rapacità ereditaria”.

I casi di Erika de Nardo e di Pietro Maso, simili a tanti altri, vengono – spesso e purtroppo – rapidamente obliati.

Uno Stato (con qualche principio etico) dovrebbe non consentire l’ uso della droga, vietare le slot machine, non mitizzare le vincite al lotto e super-enalotto (una volta ristrette alla sola giornata del sabato) oggi consentite durante tutti i giorni della settimana. Ma noi viviamo in uno “strano Paese”, ove lo Stato non ha alcun “valore”, mentre i “valori che contano” sono solo lo status dell’essere e/o – ancor peggio – dell’apparire!


Info sull'Autore

Continuando a navigare, acconsenti all'utilizzo dei Cookies. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close