europa

IMG_3480-2

L’Africa neoliberista, specchio d’Europa

7 agosto 2018 / di / 0 Commenti

L’Europa, così come l’abbiamo conosciuta, nei prossimi decenni, diverrà più simile all’Africa, mentre quest’ultima parlerà cinese? E’ una delle molteplici possibilità che il futuro ci riserva: a queste conclusioni si è arrivati, fra le altre, dopo un ampia discussione con la Dottoressa Ilaria Bifarini, economista ed esperta di organizzazioni internazionali, autrice di un nuovo volume ” I coloni dell’ Austerity – Africa, neoliberismo e migrazioni di massa.” Un saggio socioeconomico che entra, con la determinazione della scienza, nelle cause reali di una migrazione epocale destinata, qualora non si giunga ad una auspicabile inversione di rotta, ad aumentare, con l’esponenziale crescita demografica dei Paesi africani.

Leggi tutto
paolo-savona-minstro-economia

Paolo Savona: un piano di sviluppo da 50 miliardi di euro

30 luglio 2018 / di / 0 Commenti

Un investimento di 50 Miliardi per generare una crescita del PIL di 150 Miliardi una analisi di TORQUATO CARDILLI Non nascondo di aver provato un senso di compiacimento nel leggere che il Ministro per gli affari europei Savona, in un’intervista a “La Verità”, riportata in sintesi da altri giornali il 25 luglio, ha proposto un piano di investimenti da 50 miliardi,  di cui avevo parlato un mese fa nell’articolo “l’Italia assediata in un vicolo cieco” del 23 giugno (vedi sotto)….. (*1) 

Leggi tutto
macron-aquarius-800x445

E la chiamano Unione

25 giugno 2018 / di / 0 Commenti

Uno sguardo all’Europa attuale   L’apparente benessere dopo il dissesto lento dell’Impero Romano, smembrato ma già corrotto dall’ingresso nelle fila del potere di mercenari e di gruppi di genti incivili, fece ignorare a molti capi l’estrema debolezza delle parti di territori a loro affidate, che di fatto prepararono pseudostati in lizza o perlomeno in freddo con i confinanti e con gli altri tutti. Da qui, qualche tiranno o re costituì una zona a suo unico governo e consumo. E fu un nuovo mondo che di romano non aveva che il contadino o il guerriero. Guerrieri che spesso avevano così bene assimilato la romanità, fatta di legge, di disciplina, di amore per la terra, da fermare pericolosi soggetti come Attila ed allontanare l’indifferenza astuta e distruttiva delle zone orientali di ciò che rimaneva dell’impero. In Occidente prese la ribalta il Centroeuropa, che non smise di voler ricostituire il grande e splendente impero, conteso da un Papato che di fatto proseguì il peggio del peggio degli imperatori, ed appesantito da un sud sempre più nelle mani di pirati e saccheggiatori. Il senso del Sacro Romano Impero è questo, ma di fragile consistenza per quella bruttissima piaga che si chiama avidità di potere: […]

Leggi tutto

Per chi ama l’alta politica: Concorso IAI

15 giugno 2018 / di / 0 Commenti

Ragazzi, pensate al vostro futuro. Abbiamo bisogno di persona preparate che si prendano carico del futuro loro e di tutti. Abbiamo bisogno di riprenderci la nostra civiltà e di gestire al meglio le sorti del mondo Premio IAI: istruzioni per l’uso Come partecipare al Premio IAI? Basta essere uno studente universitario o un neo-laureato e inviare un saggio che risponda alla domanda “Cosa significa l’Europa per te e come può essere migliorata?”. All’autore del miglior articolo sarà offerto uno stage retribuito in Istituto. Scriveteci, c’è tempo fino all’8 luglio! Guarda il video

Leggi tutto
nave-aquarius-770x439_c

La Nave Aquarius nel Mare Nostrum…

14 giugno 2018 / di / 0 Commenti

…L’Italia naviga in “brutte acque”? La demagogia imperante nel pensiero unico €uropeo L’Italia è al centro del Mediterraneo, da sempre crocevia di popoli, affari, commerci, culture.  Così come Roma, ai suoi tempi, era un “Impero” che annetteva e comprendeva popoli, razze e religioni con la sua egemonia non solo militare, ma essenzialmente legislativa, culturale e spirituale… contemporaneamente mantenendo sempre saldo il proprio potere e la propria identità, pur consentendo ampi spazi di liberalità e di autonomia ai Popoli sottomessi, senza mai minare comunque la solidità delle proprie Istituzioni.

Leggi tutto
download

Un dibattito sul volume “I padroni del caos” di Renato Cristin

12 giugno 2018 / di / 0 Commenti

Un filosofo “identitario”, contro il totalitarismo €uropeista. Docente di Ermeneutica filosofica presso l’Università di Trieste, Renato Cristin presenterà il proprio volume, un libro dalle tematiche “forti” e non ascrivibile al politicamente corretto: “I padroni del caos“- un libro apertamente controcorrente (Liberilibri, pagg. 447, euro 20). L’autore taglia i ponti con la realtà presente in Europa del “pensiero unico” analizzandone la crisi culturale, esistenziale e storico-politica. E’ veramente un testo complesso dal farsi piacere, per chi è d’animo “buonista” o per le anime “belle”, perchè il libro mette il dito nelle piaghe e nelle pieghe di un omologazione accusata di ispirarsi ai c.d. poteri forti della finanza internazionale.

Leggi tutto
luigi-di-maio-787311

Programmi Kulturali del “M-5 Stelle”

2 febbraio 2018 / di / 0 Commenti

Evviva l’ignoranza: ABOLIAMO IL CONGIUNTIVO! È vero, i volti che ci propongono per la guida d’Italia non sono proprio il massimo della competenza ed, in alcuni casi, sono addirittura gli artefici dell’attuale disastro nazionale. L’onestà proclamata non è stata una priorità per quel sottobosco politico che ha prosperato all’ombra di un potere, comunque debole, che ha permesso più volente che nolente il dilagare di una corruzione, che, in cifre vale di più di due-tre finanziarie messe insieme, ma il dilettantismo che contraddistingue il Movimento 5-Stelle, che, nei sondaggi, ha raggiunto il traguardo di primo partito.

Leggi tutto
milano-cultura-storia

Incontro a Milano con Roberto Jonghi Lavarini

30 gennaio 2018 / di / 0 Commenti

Consul Press intervista a Milano un candidato al Parlamento 7 DOMANDE a ROBERTO JONGHI LAVARINI Roberto Jonghi Lavarini, classe 1972, è sposato con Veronica ed ha tre figlie: Beatrice, Ludovica e Margherita. Con una brillante laurea in Scienze Politiche alle spalle, oltre a svolgere una serie di attività imprenditoriali, manageriali e professionali, è notevolmente impegnato nell’ambito delle relazioni pubbliche ed istituzionali, nonché in numerose Associazioni ed in iniziative culturali e politiche. Cristiano e fedele alla Tradizione, è Cavaliere dell’Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro, nonché Volontario del Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di Malta. È Vice Presidente di Aristocrazia Europea, componente di “Grande Milano”, esperto in araldica e in tradizioni popolari, studioso di storia, antropologia e geopolitica. Collabora con diverse testate giornalistiche e con alcune reti televisive, come apprezzato opinionista. Oggi è presidente del movimento Fare Fronte, è componente della Fondazione Identità e Tradizioni Europee (ITE) e del Movimento Internazionale EuroAsiatico.

Leggi tutto
aldo-moro-ape25

Un Epistolario pubblicato per la prima volta: Moro – La Pira

15 gennaio 2018 / di / 0 Commenti

Firenze, 21 dicembre 2017 – “Caro Moro, cedo a un impulso del mio animo – pensoso e prosciugato per la portata delle decisioni del Un volume per esperti, e per tutti gli amanti della storia e della politica di livello Comitato nazionale della DC – e ti scrivo per dirti questo: e se lo ‘spazio vuoto’ che vogliono fare occupare da te, fosse diventato vuoto per effetto di cose non pulite e compiute nelle ‘tenebre’? E se queste operazioni non pulite e tenebrose (franchi tiratori diretti e indiretti), fossero state sgradite oltre che agli occhi degli uomini anche agli occhi di Dio?”. I dubbi di Giorgio La Pira sull’elezione dell’amico Aldo Moro a segretario della Democrazia Cristiana sono espressi in una lettera del 13 marzo 1959 in cui il “sindaco santo” si domanda se le scelte del consiglio nazionale DC possano “contrastare la volontà e il disegno di Dio”. La missiva fa parte del nutrito carteggio intercorso tra i due statisti, oltre cento lettere finora inedite, oggi trascritte e annotate da Eugenia Corbino con la supervisione di Pier Luigi Ballini e raccolte nel volume Moro e La Pira. Due percorsi per il bene comune (pp. 384, euro 24), pubblicato da Polistampa a […]

Leggi tutto
670x350_Traiano

Traiano e l’Europa

29 dicembre 2017 / di / 0 Commenti

TRAIANO. Costruire l’Impero – Creare l’Europa IL MUSEO  E LA FORZA DEL CONTESTO La mostra “Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa” è in corso ai Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali dal 29 novembre al 16 settembre 2018. L’obiettivo di una mostra è quello di ricreare un contesto, all’interno del quale i singoli oggetti riprendono vita, colmando vuoti, lacune e mancanze dovute principalmente allo scorrere del tempo. Tanto più una mostra è riuscita quanto più si è messi in condizioni ottimali, tali da favorire una visione il più possibile integrale.

Leggi tutto
Eurostat: l’Italia conta più poveri in Unione Europea

Eurostat: l’Italia conta più poveri in Unione Europea

19 dicembre 2017 / di / 0 Commenti

Secondo l’autorevole ufficio statistico dell’Unione Europea, è l’Italia ad essere lo stato membro a contare più poveri in termini di valori assoluti. Questo è il triste dato che emerge dalle recenti analisi dell’Eurostat sul tasso di privazione sociale. Il desolante primato tutto italiano è basato su una serie di indicatori che valutano sia la situazione sociale che quella economica dei vari cittadini presi in esame. Le zone interessate a questo fenomeno sono quelle centrali e meridionali d’Italia, un dato che ci dovrebbe far riflettere in che direzione sta andando il nostro paese. Si stima che nell’anno 2016 erano più di dieci milioni le persone in situazioni di indigenza.

Leggi tutto
c2a42542daf9388a9a85070f2d168dd8

La “Difesa della Razza” ?

26 luglio 2017 / di / 0 Commenti

LA  VERITA’  NON  PUO’  STARE  SOTTO  IL  MOGGIO Mercoledì 26 luglio vari quotidiani – tra cui Il CORRIERE della SERA, Il GIORNO, IL TEMPO – hanno fatto esplodere un casus belli, evidenziando una vulcanica esternazione dell’esponente pidiessina Patrizia Prestipino, con cui sono entrati in cortocircuito i fautori del “politicamente corretto”, sostenendo la necessità di aiutare le mamme e le famiglie italiane ”per continuare la nostra razza”. Hanno fatto seguito a questa frase una serie di accorati ululati, guaiti ed uggiolii da parte di molti “spiriti democratici” (cattocomunisti e non), più o meno scandalizzati o ironici …..  Siamo alle solite !

Leggi tutto
palazzo-unione-europea-bruxelles

Unione Europea: ultima fermata

11 luglio 2017 / di / 0 Commenti

L’Europa costruita con norme e trattati trovava la sua ragione d’essere nella diffusa crescita del benessere che, in una concezione ottimistica delle previsioni, tutte improntate sulla inarrestabile ascesa del mercato, libero da tassi e balzelli di varia natura, non sarebbe mai venuta meno. Su questo postulato, sulla cieca fiducia in un dogma fideistico, si è proceduto alla instaurazione della moneta unica, una valuta senza sovranità, se non quella delle banche, che, da subito, nelle operazioni di cambio con la nostra moneta nazionale, ha presentato un primo, pesante danno al reddito ed al risparmio, privilegiando, causa i mancati controlli, gli arrotondamenti a favore di intermediari e di finanziarie protesi a sfruttare nel modo a loro più conveniente, l’evento. Ancora pochi anni, poi la crisi, che, attraversando l’Atlantico, ha messo il continente europeo alle corde ed, in modo ancor più gravoso, ha bloccato ogni possibile iniziativa di rilancio dell’Italia, anello debole, dove l’illusione di una prosperità progressiva, basata solo sul castello cartaceo di una finanza “creativa”, aveva posto in secondo piano il vero motore del benessere, rappresentato dalle attività realmente produttive. Inevitabilmente, le conseguenze disastrose determinate da pressappochismo e miopia di una classe dirigente europea priva di una visione solidale delle problematiche […]

Leggi tutto
edtit-a-thon-WMI

A Belgrado il Wiki4MediaFreedom. Una giornata di confronto per migliorare la disponibilità dei contenuti di qualità

19 novembre 2016 / di / 0 Commenti

Il 21 novembre giornalisti, attivisti per la libertà di stampa, esperti, volontari di Wikipedia si incontreranno a Belgrado, in Serbia, per l’edit-a-thon “Wiki4MEdiaFreedom”. L’edit-a-thon avrà luogo all’ImpactHub di Belgrado, prima dell’inizio dei lavori del South East Forum, conferenza annuale dedicata allo stato dei media nell’Europa sud-orientale. La giornata si aprirà con un breve tutorial su come creare contenuti su Wikipedia, seguiranno 4-5 ore di lavoro realizzato in stretta collaborazione tra wikipediani e partecipanti. ”Wiki4MEdiaFreedom”si inserisce nell’ambito del progetto European Centre for Press and Media Freedom (ECPMF), ed è organizzato da Obc Transeuropa in collaborazione con Wikimedia Serbia e con il supporto di Wikimedia Italia, le corrispondenti nazionali della Wikimedia Foundation, la fondazione che si occupa della promozione del sapere libero a livello globale. L’obiettivo dell’incontro sarà quello di confrontarsi e capire insieme come migliorare – nella più grande enciclopedia libera del mondo – la disponibilità di contenuti di qualità, oltre a concentrarsi sul tema della libertà di stampa e del pluralismo dei media. Ne corso della giornata ci si concentrerà sul panorama dei media in Europa e nello specifico su trasparenza e concentrazione della proprietà dei media; accesso alle informazioni pubbliche e libertà di informazione; censura e auto-censura. Un’attenzione particolare sarà […]

Leggi tutto
Presentazione-Risewise-22-sett-2016-Roma

Risewise, donne con disabilità verso l’impegno e l’inclusione sociale

2 ottobre 2016 / di / 0 Commenti

Si chiama “RISEWISE” (“RISE Women with Disabilities in Social Engagement”, ovvero “Progetto RISE Research and Innovation Staff Exchange – Donne con disabilità verso l’impegno e l’inclusione sociale”) il progetto scientifico quadriennale di ricerca e innovazione, promosso e coordinato dall’Università di Genova e finanziato con fondi europei. Presentato lo scorso 22 e 23 settembre a Roma “Risewise”, che coinvolge vari interlocutori italiani e di altri Paesi europei, costituisce una vera e propria sfida alla società contemporanea, puntando a cambiare le pratiche di inclusione sociale e a rendere disponibile anche alle donne con disabilità una “vita normale”, fatta di lavoro, istruzione e famiglia e quanto fanno tutte le donne nella loro vita quotidiana. “Questa – spiega la responsabile scientifica Cinzia Leone – è un’iniziativa all’avanguardia, per quanto riguarda donne, ricerca e disabilità, un’occasione importante per l’Università e anche per la sottoscritta, di fare ricerca e aiutare in un campo dove c’è tanto bisogno e molto disinteresse. Le donne e i ricercatori coinvolti nell’attività di studio, anche uomini, faranno visite presso le Università e le Piccole e Medie Imprese che partecipano al progetto tra Italia, Austria, Svezia, Spagna, Turchia e Portogallo, implementando buone prassi e apportando possibili migliorie per la loro vita sociale, lavorativa e familiare. Tutto quanto sopra attraverso […]

Leggi tutto
cultura

Ue: la Commissione propone il 2018 come anno europeo del patrimonio culturale

31 agosto 2016 / di / 0 Commenti

Con l’obiettivo di mettere in evidenza il ruolo del patrimonio culturale dell’Europa nel promuovere la consapevolezza di una storia e di un’identità condivise, la Commissione ha presentato oggi una proposta al Parlamento europeo e al Consiglio per la designazione del 2018 quale Anno europeo del patrimonio culturale.  Negli ultimi anni i tesori culturali mondiali sono stati minacciati e deliberatamente distrutti nelle zone di conflitto e, meritano adesso, un Anno europeo. Un’importanza non solo storica ma anche economica. Il patrimonio culturale europeo, infatti, da lavoro a 300 000 persone a cui vanno aggiunti i 7,8 milioni di posti di lavoro indirettamente collegati al settore in Europa, ad esempio nel turismo, nell’edilizia e in servizi ausiliari quali i trasporti, l’interpretariato, la manutenzione e la sicurezza. “Il nostro patrimonio culturale - ha dichiarato Tibor Navracsics, Commissario europeo per l’Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport – è non solo la memoria del nostro passato, ma anche la chiave del nostro futuro. L’Anno europeo del patrimonio culturale costituirà un’occasione per sensibilizzare in merito all’importanza sociale ed economica del patrimonio culturale e promuovere l’eccellenza europea nel settore. Chiedo al Parlamento europeo e al Consiglio di sostenere la nostra proposta e invito tutte le parti interessate a contribuire al successo dell’Anno europeo.” L’Anno europeo del patrimonio culturale […]

Leggi tutto
1458636700882.jpg--attacco_all_aeroporto_a_alla_metro__10_morti_a_bruxelles

Terrorismo: la fede nell’ odio

22 marzo 2016 / di / 0 Commenti

Il “merito” del Terrorismo  Ciò che abbiamo di fronte, dopo quanto è accaduto e sta accadendo a Bruxelles, davanti ai morti ed ai feriti, ai bambini che andavano a scuola, agli impiegati che andavano in ufficio, in una città un tempo serena, efficiente e laboriosa, non può non sconvolgere tutti. Siamo in guerra contro un nemico feroce, assassino d’innocenti, che dispiega le bandiere nere della morte contro la nostra civiltà europea e cristiana.

Leggi tutto
front3420582 (1)

…. “fuori sesto”

19 marzo 2016 / di / 0 Commenti

Fuori sesto. Nel 2050, secondo proiezioni demografiche degne di fede, in Italia 1l’84% della popolazione sarà a carico del restante 16% che lavora. Credo che questa valutazione debba far riflettere un po’ tutti, soprattutto coloro che si arrogano il diritto di far politica in nome e per conto degli Italiani. A nessuno, in realtà, sembra che faccia piacere andare di là dal quotidiano. O non ne hanno la stoffa o sono troppo occupati a rubare, ma se si vuole fare politica, occorre avere la capacità di penetrare il futuro e di organizzare il presente riguardo ai prevedibili cambiamenti.

Leggi tutto
BANDIERE UE

Migranti la Commissione sollecita gli Stati membri ad agire con urgenza

16 marzo 2016 / di / 0 Commenti

Dopo un anno dai primi provvedimenti decisi per contribuire ad affrontare la crisi dei rifugiati che colpisce gli Stati membri dell’UE e i paesi vicini, la Commissione europea ha riferito sull’attuazione dei meccanismi temporanei di ricollocazione di emergenza e sul programma europeo di reinsediamento. Al 15 marzo erano stati ricollocati dalla Grecia e dall’Italia appena 937 richiedenti asilo: il ritmo dei trasferimenti è insoddisfacente, anche se si stanno manifestando i primi segnali di una tendenza più positiva. L’esperienza delle prime settimane di marzo, quando sono state prontamente ricollocate 287 persone (di cui 241 dalla Grecia), mostra che la ricollocazione può funzionare più rapidamente se gli Stati membri si impegnano sul serio. Il fattore più importante nel rallentamento del processo è la mancanza di volontà politica da parte degli Stati membri, che si è tradotta in un numero limitato di offerte di ricollocazione e nella lunghezza dei tempi di risposta, impedendo al programma di diventare un’alternativa a percorsi pericolosi e irregolari. Nella relazione odierna la Commissione rivolge alcune specifiche raccomandazioni agli Stati membri di ricollocazione, esortandoli ad aumentare gli impegni assunti e ad abbreviare i tempi di trattamento delle domande. La Commissione ha invitato gli Stati membri a limitare i controlli […]

Leggi tutto
piazzamontecitorio_0

Come rilanciare il progetto politico europeo? Il Gruppo Spinelli ne parla alla Camera

16 marzo 2016 / di / 0 Commenti

Schengen, Euro, Democrazia: dalla crisi a opportunità di unità politica. È il titolo dell’incontro, organizzato dal Gruppo Spinelli e ospitato alla Camera, che ha visto intervenire esponenti del Parlamento italiano ed europeo.

Leggi tutto